Acquisti Verdi Pubblici (Green Public Procurement)

Gli Acquisti Verdi o GPP (Green Public Procurement) sono uno strumento di politica ambientale che intende favorire lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica.
Essi sono definiti dalla Commissione Europea come “l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”.

Le autorità pubbliche che intraprendono azioni di GPP si impegnano sia a razionalizzare acquisti e consumi che ad incrementare la qualità ambientale delle proprie forniture ed affidamenti (cfr. il manuale Buying Green! predisposto per conto della Commissione Europea).

Obiettivi del GPP

  • Riduzione degli impatti ambientali;
  • Tutela della competitività;
  • Stimolo all’innovazione;
  • Razionalizzazione della spesa pubblica;
  • Integrazione delle considerazioni ambientali nelle altre politiche dell’ente;
  • Miglioramento dell’immagine della pubblica amministrazione;
  • Diffusione di modelli di consumo e di acquisto sostenibili;
  • Accrescimento delle competenze degli acquirenti pubblici;
  • Miglioramento della competitività delle imprese.

Legno Servizi appoggia e favorisce le politiche di GPP attraverso consulenze e corsi di formazione e aggiornamento dei dipendenti e funzionari addetti agli appalti di opere pubbliche, addetti alle attività di provveditorato, magazzinaggio e forniture.

In tale attività, Legno Servizi ha prodotto un manuale, qui scaricabile, che aiuta ad orientarsi nel mondo dei GPP, mettendo a disposizione anche modelli di gara per alcune tipologie di acquisti verdi.