Da Inea e Rete Rurale Nazionale proposte per una nuova politica delle foreste

ineaCreare una struttura di governo e di indirizzo per le foreste presso il Mipaaf; semplificare e aggiornare le normative, i regolamenti forestali e gli iter autorizzativi per garantire la gestione sostenibile del territorio; individuare un unico referente pubblico territoriale in materia forestale; sviluppare linee guida nazionali moderne per la gestione e la pianificazione delle proprietà forestali con l’obiettivo di prevenire i rischi naturali, climatici e antropici; valorizzare il patrimonio ambientale e paesaggistico; diffondere modelli imprenditoriali innovativi; migliorare le produzioni forestali e formare gli operatori forestali. Queste le proposte peruna nuova politica nazionale delle foreste presentate dall’Osservatorio Foreste dell’Inea e dalla Rete Rurale Nazionale in vista della “Giornata internazionale del bosco” promossa dalla Fao (21 marzo). Alla base delle proposte, la convinzione che “la gestione forestale sostenibile e la valorizzazione della funzione economica, ambientale e sociale dei boschi rimangono i principali temi delle politiche di sviluppo e tutela del territorio”, fanno sapere Inea e Rete Rurale Nazionale in una nota. Necessario quindi “dare piena attuazione alla Strategia forestale nazionale definita dal Programma quadro per il settore forestale” prevedendo le misure indicate.

I boschi rappresentano infatti “un’importante occasione di crescita e sviluppo sostenibile”, continua la nota, “costituendo la base non delocalizzabile di un sistema economico che nella produzione di beni ecocompatibili e servizi ecosostemici può trovare ampie opportunità di crescita e innovazione”. Serve, però, “un più incisivo percorso politico nazionale e regionale che nel lungo periodo possa garantire la competitività e la qualità ambientale incentivando e promuovendo la continuità nella gestione attiva del patrimonio forestale nazionale”. (Fonte: Adnkronos)