Due diligence e EUTR

Il 3 marzo 2013 è entrato in vigore il Regolamento UE n. 995 del 20 ottobre 2010, meglio noto come Due Diligence (“dovuta diligenza”).

La Due Diligence stabilisce una serie di obblighi da parte degli operatori che commercializzano e distribuiscono legno e prodotti da esso derivati, con lo scopo di contrastare la diffusa illegalità nel mercato del legno.

Il legno diventa illegale quando la sua raccolta, il trasporto, l’acquisto e la vendita sono effettuati nel mancato rispetto delle leggi nazionali o internazionali.
In particolare, l’origine illegale di legname è il risultato di utilizzazioni che avvengono, soprattutto in Paesi poveri, in violazione delle leggi e delle norme forestali e doganali in essi vigenti: un problema globale che determina conseguenze negative sull’economia, l’ambiente e la società.

Il Regolamento 995/2010 contrasta il commercio di legnami e prodotti tagliati abusivamente attraverso tre obblighi principali.

  • divieto di immettere sul mercato UE legname di provenienza illegale e tagliato abusivamente e i prodotti da esso derivati;
  • obbligo, per gli operatori responsabili della prima immissione dei prodotti legnosi nel mercato europeo, di adottare un sistema di “dovuta diligenza” (Due Diligence System – DDS);
  • obbligo di tracciabilità di fornitori e clienti per i commercianti rivenditori.
Categorie produttive