Fvg, dal 2015 contributi per caldaie a biomassa

caldaia_a_biomassaDallo scorso luglio la competenza per l’erogazione dei contributi finalizzati alla realizzazione di impianti energetici a biomassa è passata dalle Comunità montane alla Regione Fvg e così la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, ha approvato il Regolamento sulle modalità e i criteri che determineranno la concessione di tali contributi a partire dal 2015.
«L’obiettivo è la valorizzazione della filiera foresta-legno-energia con la realizzazione di impianti energetici a biomassa legnosa – dichiara Bolzonello – nel contesto più ampio della promozione dell’utilizzo, in Fvg, delle fonti energetiche rinnovabili, incluse quelle provenienti dal bosco e dall’arboricoltura specializzata».
Beneficiari dei contributi sono le imprese di utilizzazione boschiva e di prima trasformazione del legno, le aziende agricole, i consorzi e i proprietari forestali. I fondi verranno erogati in conto capitale e in regime “de minimis” (l’80% della spesa ammissibile per i soggetti pubblici e il 40% per quelli privati) a fronte di un importo minimo complessivo che non può essere inferiore ai 15.000 euro, mentre le domande, che saranno valutate in base all’ordine cronologico, potranno venir presentate a sportello, dal 1° gennaio al 28 febbraio di ogni anno.
La concessione e l’erogazione dei finanziamenti disponibili è stata posta in capo al servizio Gestione forestale e Produzione legnosa della Regione e, per essere presi in considerazione, gli impianti dovranno avere una potenza termica non inferiore a 30 e non superiore a 100 chilowatt, mentre l’efficienza energetica termica non potrà essere inferiore al 90%.
Il Regolamento varato dalla Giunta regionale prevede che i contributi possano coprire l’acquisto e la messa in opera di nuove caldaie a biomassa forestale per la sola produzione termica, inclusa l’installazione dell’eventuale sistema di telecontrollo e del contenitore fornito assieme all’impianto stesso. È esclusa dal finanziamento l’edificazione di strutture in legno o latero-cemento che servano a contenere l’impianto o come deposito di biomassa. (ARC)