Il mercato del legno richiede prodotti innovativi e sostenibili

Bolzonello Sergio«L’offerta della filiera del legno del Fvg trova risposte positive, ma non nella sua complessità: serve mettere tutto a sistema e fare alcune scelte di fondo, poiché non è più possibile avere una produzione di prodotti poveri e non innovativi». Lo ha affermato il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, alla cerimonia di premiazione del Concorso di idee per la realizzazione dello stand espositivo della Regione Fvg certificato PEFC, tenutasi alcuni giorni fa a Udine, presso la sede di Confindustria e che è stato vinto da Giovanni Viola, studente del Corso di Laurea magistrale in Architettura dell’Università di Udine.
All’incontro, servito a fare il punto della situazione nel settore, è stato ricordato come in Fvg si utilizza “solo” il 15-20% dell’accrescimento reale dei boschi. Per ricavare maggiori quantità di legno, sarebbe necessario sviluppare, secondo i produttori, l’utilizzo del legno anche nel settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni. L’esperienza maturata dalle imprese regionali nella ricostruzione dopo il sisma del 1976 permetterebbe quindi, insieme ad altre iniziative attuate dalla Regione (Rilancimpresa, finanziamenti per la viabilità a uso forestale, ecc.), lo sviluppo delle aziende, il rilancio del settore e dell’economia della montagna.
Ai silvicoltori che hanno parlato della “sudditanza psicologica” verso i prodotti in legno provenienti dall’estero e hanno evidenziato “gli alti costi” d’estrazione del legno e la necessità d’introdurre una certificazione regionale specifica, Bolzonello ha ricordato come: «All’estero non hanno prodotti e aziende migliori, ma forse riescono a dare al mercato delle risposte migliori dalle nostre. Serve quindi uno sforzo comune – ha aggiunto – per offrire delle risposte efficaci a un mercato che richiede prodotti con un certo livello d’innovazione: in Fvg siamo sulla buona strada, ma occorre mettere insieme tutti i vari attori della filiera e offrire una lettura nuova» che consideri la gestione forestale sostenibile e la qualità del legno regionale. (Fonte: Arc)