In Italia spazio di crescita della filiera bosco-energia per 1,2 miliardi di euro

filiera_bosco-energiaDalla filiera bosco – legno – energia le opportunità di reddito sono di ulteriori 1,2 miliardi di euro. Così, accanto a dinamiche di espansione delle foreste italiane che oggi occupano 10 milioni di ettari, il nuovo “conto termico” apre la strada a una “ricapitalizzazione” del bosco. Green e redditività non sono dunque concetti antitetici, secondo le stime di Confai (Confederazione agromeccanici italiani).

Secondo le rilevazioni del Mipaaf e della Rete rurale nazionale, l’Italia vede espandere i propri boschi appenninici e alpini, in controtendenza rispetto alle dinamiche globali.

I finanziamenti previsti dal Conto termico saranno erogati in conto capitale, in percentuale variabile del costo dell’intervento, comprensivo degli studi di fattibilità e degli “audit energetici”, ovvero delle verifiche preliminari e a posteriori previste dalla normativa.

Secondo i calcoli di Confai, dalla filiera bosco-legno-energia si potrebbe espandere significativamente un comparto economico di alto profilo ambientale e con un valore che potrebbe crescere di almeno 1,2 miliardi di euro: ciò genererebbe in breve tempo migliaia di nuovi posti di lavoro a elevata specializzazione. (Essegipress)