Legnolandia costruisce per Taiwan l’unico padiglione fuori Expo

Schermata-2015-10-21-a-11.58.47Dopo avere realizzato il padiglione Save the Children e quello della Colombia, l’azienda carnica guidata da Marino De Santa costruisce lo spazio espositivo per la Repubblica di Cina in pieno centro a Milano. Protagonista ancora l’abete bianco delle Dolomiti Friulane, certificato PEFC, con un equilibrio perfetto tra architettura e rispetto per l’ambiente.

Legnolandia ancora protagonista a Expo 2015 con il padiglione Taiwan, lo spazio espositivo che ha trovato dimora nella centralissima piazza Santo Stefano di Milano. Grazie all’iniziativa Taiwan to Go, al suo interno si potranno scoprire i sapori della cultura gastronomica di Taiwan, poco nota in Italia e che rischiava di rimanere esclusa da Expo. Il padiglione è stato progettato dai giovani architetti Andrea Vercellotti e Tsung-Yen Hsieh ed è realizzato in vetro e legno di abete bianco delle Dolomiti Friulane, materiale scelto per tutte le biocostruzioni di Legnolandia per le sue caratteristiche di lavorabilità, flessibilità e per una naturale bellezza.
L’abete bianco, poi, è lo stesso legno che caratterizza l’architettura tradizionale di Taiwan e alla quale l’installazione milanese si ispira: linee curve e dolci, pannelli e frangisole pendenti in abete che proteggono la facciata dal sole evitandone il surriscaldamento, una copertura che funge da filtro tra l’interno e l’esterno, accogliendo il visitatore alla scoperta dell’esposizione. (Fonte: www.legnolandia.com)