Osoppo (Udine): un convegno sulla pioppicoltura regionale con attenzione alla soetnibilità

 

Fare il punto sulla situazione e sulle possibilità future della filiera della pioppicoltura, a quattro anni dall’accordo interregionale siglato dalle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Friuli VG assieme ad altri attori istituzionali ed economici, con cui si è dato evidenza della necessità di incentivare e sostenere la pioppicoltura sostenibile per aumentare le positive ricadute economiche, produttive e ambientali sul territorio.

Sarà questo uno degli elementi cardini del convegno “La Filiera del Pioppo nella Regione Friuli VG. Stato dell’arte e prospettive a 4 anni dall’accordo interregionale di Venezia”, in programma il 25 maggio (ore 14.00) nella sede di Fantoni group spa (zona industriale Rivoli, via Europa Unita 1), a Osoppo (Udine) che analizzerà anche le sfide della pioppicoltura, l’incremento della produzione legnosa di pioppo, la tracciabilità, la sostenibilità ambientale e le sinergie attuabili tra i produttori di materia prima e le aziende di trasformazione.

L’evento, moderato da Marco Marchetti, presidente della Società italiana selvicoltura ecologia forestale, sarà aperto da Paolo Fantoni, presidente European panel federation Federlegno Arredo, e dal direttore generale di Confindustria Udine, Michele Nencioni, e ospiterà molteplici contributi di esperti del settore.

Fra gli interventi previsti quello di Rinaldo Comino del Servizio Foreste e Corpo forestale della Regione Fvg e di Carlo Piemonte, direttore del Cluster arredo sistema casa, che illustrerà finalità e funzionamento del cluster e l’ipotesi di allargamento alle aziende produttrici della materia prima legno.

L’incontro sarà arricchito dalle relazioni del presidente dell’Associazione nazionale pioppicoltori, Fabio Boccalari; del presidente di Assopannelli, Nicoletta Azzi; del direttore dell’Agenzia per l’Energia (Ape) Fvg, Matteo Mazzolini e del presidente della Federazione regionale pioppicoltori, Marco Cucchini.

Ad affrontare la materia degli adempimenti obbligatori per i pioppicoltori sarà Gianluca Governatori dell’Ersa, mentre è dedicato all’innovazione e alla ricerca il contributo di Roberto Zanuttini dell’Università di Torino. Achille Giorcelli e Giuseppe Nervo del Centro di ricerca Foreste e Legno (Crea) di Casale Monferrato tratteranno, rispettivamente, i temi del monitoraggio e del controllo delle principali avversità biotiche, con focus sulla cimice marmorata, e le proposte per un documento condiviso sulle linee di indirizzo per la pioppicoltura. (Fonte: ARC)