Archivi autore: essegipress

Due anni dopo Vaia: a Rovereto gli alberi schiantati diventano l’edificio in legno più alto d’Italia

42.500 ettari di foreste distrutte e oltre 9 milioni di mc cubi di legname abbattuti: sono i danni provocati dalla tempesta Vaia che il 29 ottobre 2018, con piogge e raffiche di vento stimate oltre i 150 km/h, ha colpito  l’area alpina del Nord Est Italia. Oggi, nonostante il ritardo causato dal lockdown, quasi la metà di questo legname è stato esboscato: circa 60% è stato venduto e i lavori procedono a pieno ritmo, anche grazie a progetti virtuosi che puntano a sostenere le zone colpite e a recuperare il legname a terra. Continua a leggere

Un’edicola in legno a Milano. È la prima d’Italia

Apre a Milano la prima edicola eco-sostenibile italiana. Una capanna in legno, dipinta di grigio, in mezzo al cemento e al traffico di piazza della Resistenza Partigiana.

«Sembra di stare in una baita», racconta emozionata Simona Piccoli che, insieme al marito, Omar Decimati, da otto anni gestisce l’edicola. Il vecchio chiosco è stato sostituito da una nuova innovativa struttura realizzata dallo studio Rubner Haus. Continua a leggere

Legno Servizi: approvata la nuova vision verso un sistema unitario del “Legno FVG”. Carlo Piemonte nuovo presidente

Carlo Piemonte è il nuovo presidente della cooperativa Legno Servizi, uno dei più importanti operatori delle filiere del legno del Friuli VG. È stato eletto all’unanimità dal nuovo Consiglio di Amministrazione che, oltre a Piemonte, comprende i consiglieri: Mirco Cigliani, Marco Clama, Vittorio Di Marco, Adriano Domini e Michele Simonitti. Piemonte, che è anche l’attuale direttore del Cluster regionale Legno Arredo Casa e Amministratore Unico di Icide (International Center of Italian Design) società del Cluster per l’internazionalizzazione, succede a Emilio Gottardo alla guida della cooperativa. Continua a leggere

Prospettive di sviluppo per l’industria del pellet

Secondo l’ultimo “Pellet Market Overview 2019 – Preliminary Report”, pubblicato nel novembre 2019 dall’European Pellet Council, a livello mondiale la domanda di pellet di legno ha registrato una crescita costante, sia nel mercato industriale che in quello del teleriscaldamento. I cambiamenti nei programmi di incentivazione possono avere un impatto radicale sull’uso industriale di questo combustibile, così come la stagione invernale molto mite (stagione del riscaldamento) può provocare un crollo della produzione e una riduzione dei consumi. Queste incertezze hanno generato ritardi nella realizzazione di nuovi insediamenti produttivi in aree ad alta disponibilità di materie.  Continua a leggere