Archivi categoria: Notizie

Foreste: Cfr, calano illeciti penali, salgono sanzioni amministrative

Nel 2017 sono state accertate 989 violazioni amministrative e 374 violazioni penali per un totale di 213 persone sottoposte a indagine, 1.044 persone sanzionate e 200 sequestri effettuati.

È il bilancio – in calo gli illeciti penali (-7%) mentre le sanzioni amministrative sono in deciso aumento (+ 13%) rispetto al 2016 – dei 46 mila servizi di vigilanza, sostanzialmente stabili rispetto al 2016 (-4%), dei 36 mila controlli puntuali e delle 2 mila attività di prevenzione, repressione e spegnimento di incendi boschivi che il Corpo forestale regionale (Cfr) ha realizzato lo scorso anno.

Per quanto riguarda i servizi di vigilanza e i controlli puntuali, il 2017 è caratterizzato da un assestamento dei valori su quanto raggiunto nel corso del 2016. I settori vigilanza faunistico-venatoria (circa 7.600 controlli) e in ambito boschivo e di vincolo idrogeologico (altri circa 7 mila controlli) assorbono il 40% del totale delle attività, in flessione rispetto al 2016 (46%), ma sopra i livelli raggiunti nel 2015 (35%).

L’elemento caratterizzante le attività del Corpo forestale regionale nel 2017 è stato l’ingresso in servizio nelle Stazioni forestali di 9 nuove guardie forestali e l’assunzione di altri 7 allievi che, nel corso del 2017, hanno completato la formazione propedeutica all’entrata in ruolo.

A oggi, nelle 27 Stazioni forestali, operano 194 addetti, di cui 37 provenienti dalle ex Polizie locali, che sono stati assegnati – a partire dall’inizio del 2017 – a 17 Stazioni forestali sul territorio (4 a Trieste e Gorizia, 5 presso a Pordenone, 6 a Udine e 2 a Tolmezzo).

Per quanto riguarda i servizi effettuati nei diversi settori di attività, si riscontra sia a livello regionale che a livello di Ispettorato forestale, una modifica di tendenza, sia in valore assoluto che percentuale regionale, dei servizi di gestione e ufficio (18%). In particolare, notevole è la riduzione di tali attività per quanto riguarda l’Ispettorato forestale di Pordenone, passato dal 15% del 2015 al 28% del 2016 per poi riallocarsi a un 17% nel 2017. Continua a leggere

IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT: corso di formazione per cooperative

LegaCoop Fvg, LegaCoop Veneto e ISFID,  assieme a Legno Servizi s.c., e Punto 3 srl, organizzano un corso di formazione per le cooperative e i loro soci in materia di Green Public Procurement (GPP), materia di grande attualità per contribuire a un’economia verde negli acquisti di lavori, servizi e forniture della Pubblica Amministrazione. Continua a leggere

GPP Desk e Due Diligence Desk: due nuovi servizi per amministrazioni, imprese e professionisti

Sei un’Amministrazione Pubblica? Un’impresa che partecipa a bandi pubblici? Un professionista che supporta imprese per la partecipazione a bandi pubblici? Un importatore o un commerciante di legname?

Oggi Legno Servizi ti offre due nuovi servizi, rapidi, efficienti e utili:

GPP DESK e DUE DILIGENCE DESK

Accedi con un click e richiedi la tua consulenza!

GPP DESK

Gli Acquisti Verdi Pubblici o GPP (Green Public Procurement) sono uno strumento, obbligatorio per legge, di politica ambientale per favorire lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica.

Ogni amministrazione pubblica è oggi tenuta a inserire gli aspetti ambientali nelle gare di acquisto di beni e servizi, in base al nuovo Codice degli Appalti che contiene importanti novità in materia di GPP:

  • stabilisce l’obbligo di introdurre i Criteri Ambientali Minimi (CAM) (art. 34);
  • consente di valutare le offerte sulla base del costo del ciclo di vita dei prodotti (art. 96);
  • riduce la cauzione agli operatori che hanno determinate certificazioni ambientali e/o etiche (art. 93);
  • consente di imporre un’etichettatura ambientale specifica come mezzo esclusivo di conformità ai criteri ambientali e sociali richiesti (art. 69).

DUE DILIGENCE DESK

Il Regolamento UE n. 995 del 20 ottobre 2010, meglio noto come Due Diligence (Dovuta Diligenza) detta una serie di obblighi per gli operatori che commercializzano e distribuiscono legno e prodotti da esso derivati, con lo scopo di contrastare la diffusa illegalità in quel mercato.

Il legno diventa illegale quando la sua raccolta, il trasporto, l’acquisto e la vendita sono effettuati nel mancato rispetto delle leggi nazionali o internazionali. In particolare, l’origine illegale di legname è il risultato di utilizzazioni che avvengono, soprattutto nei Paesi emergenti, in violazione delle leggi e delle norme forestali e doganali in essi vigenti: un problema globale che determina conseguenze negative sull’economia, l’ambiente e la società.

Il Regolamento 995/2010 contrasta il commercio di legnami e prodotti tagliati abusivamente attraverso tre obblighi principali:

  • divieto di immettere sul mercato UE legname e i prodotti da esso derivati di provenienza illegale e tagliato abusivamente;
  • obbligo, per gli operatori responsabili della prima immissione dei prodotti legnosi nel mercato europeo, di adottare un sistema di “Dovuta Diligenza” (Due Diligence System – DDS);
  • obbligo di tracciabilità di fornitori e clienti per i commercianti rivenditori.

Per aiutare gli operatori a far fronte agli obblighi derivanti dall’osservanza delle due normative Legno Servizi, in collaborazione con Punto 3 srl, e con il sostegno di PEFC Italia, offre due nuovi servizi, denominati “GPP Desk” e “DUE DILIGENCE Desk”, che supportano gli Enti Pubblici, le imprese e i professionisti nella gestione di procedure di gara che prevedono l’applicazione di Criteri Ambientali Minimi o l’adempimento degli obblighi per la regolare importazione e immissione sul mercato di legname.

GPP Desk e DUE DILIGENCE Desk nascono allo scopo di promuovere e diffondere informazioni, di fornire consulenze online e risposte tempestive e accurate alle richieste degli utenti.

I soci di Legno Servizi possono godere di uno sconto speciale su questi due servizi.

Vedi le modalità di accesso e i relativi costi cliccando su

GPP DESK

DUE DILIGENCE DESK

Il Fvg, al Saie di Bologna, punta sulle filiere sostenibili

 

La Regione Friuli VG sarà presente con uno stand istituzionale al “SAIE-Tecnologie per l’edilizia e l’ambiente costruito 4.0”, in programma alla fiera di Bologna dal 17 al 20 ottobre 2018.

Lo hanno reso noto gli assessori alle Attività produttive, Sergio Bini, e alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier, che hanno illustrato ai colleghi di Giunta i motivi della partecipazione a questo evento fieristico specializzato, spiegando che l’intento è di valorizzare il settore della foresta e del legno e di potenziare l’integrazione e la visibilità delle aziende specializzate.   Continua a leggere

Bivacco Bianchi: si inaugura una nuova impronta di eticità e sostenibilità in Friuli Venezia Giulia

Il 2 settembre in occasione della 13° festa della riserva naturale della Val Alba (nel settore orientale delle Alpi Carniche – Ud) è stato inaugurato il bivacco “Giuseppe Bianchi”, edificio ristrutturato interamente con legno locale di abete bianco certificato PEFC. Il bivacco, costruito interamente in metallo negli anni 70 come struttura d’appoggio per escursionisti e alpinisti, ha oggi una nuova vita per volontà dell’Ente Parco Naturale Regionale delle Prealpi Giulie che tramite la rete d’imprese Abete bianco del Friuli “FriûlDane” ha dato una nuova vita al bivacco Bianchi utilizzando il legno di abete bianco donato dalla regione Friuli Venezia Giulia e derivante dalle foreste demaniali certificate PEFC. Continua a leggere